Home » ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA, PRIMO PIANO » Strade agrigentine,anno zero.Nuccia Palermo vicesegretario provinciale di S.F. l’asse viario in provincia non esiste più.Il popolo sovrano ha detto basta.

Strade agrigentine,anno zero.Nuccia Palermo vicesegretario provinciale di S.F. l’asse viario in provincia non esiste più.Il popolo sovrano ha detto basta.

Vice Segretario Provinciale

Vice Segretario Provinciale

Nuccia Palermo, Vice Segretario Provinciale di Sicilia Futura, continua la sua battaglia per dare dignità al territorio della provincia di Agrigento in merito allo stato penoso in cui versa l’asse viaria.

 

“Purtroppo ci ritroviamo a denunciare per l’ennesima volta, senza riscontrare alcuna reazione dagli organi preposti, uno stato dell’arte che continua a scivolare verso il degrado assoluto senza registrare migliorie o minimi interventi”.

 

“Già quindici giorni fa avevamo lanciato a tutte le istituzioni la necessità di intervenire sul gravoso problema che isolava due importanti centri quali Favara ed Agrigento tramite un sit-in. Sollecito rimasto ad oggi inascoltato. La chiusura della zona adiacente il carcere Petrusa di fatto ha creato  solo disservizi e problematiche di natura soprattutto sociale. Ad esempio il raggiungimento dell’Ospedale di Contrada Consolida. E poi economico se pensiamo ai pendolari e alle attività commerciali di trasporto”

 

“Adesso, quasi all’improvviso e senza una comunicazione adeguata – commenta Nuccia Palermo –  la SS 640 è stata chiusa nel tratto che va dallo svincolo di Caldare fino ad arrivare al bivio San Pietro. Oltre ai disagi già citati, i lavori così organizzati vanno ad incidere negativamente nel periodo più importante per Agrigento qual è la Sagra del Mandorlo in Fiore”.

 

“La domanda sorge spontanea: Perché nessun intervento politico ad oggi? Perché come sempre le lamentele del cittadino non trovano riscontro e risposta fattiva dalle amministrazioni coinvolte che avrebbero potuto segnalare all’Anas, con immediatezza, i problemi logistici  e di viabilità che in questi giorni la città Capoluogo non può permettersi? A queste domande gradiremmo ricevere risposta o quanto meno una presa di posizione anche se tardiva”.

 

“Non voglio pensare e non posso pensare  che i Sindaci di Agrigento e Favara  possano essere distratti in altre tematiche. Qui, gli slogan non bastano più. E’  arrivato il momento di scendere in piazza perchè il popolo è stanco e la politica non può rimanere inerte e inerme come se il problema non li riguardasse. Adesso basta – insiste il Vice Segretario di Sicilia Furura  – gli agrigentini non sono carne da macello o cittadini da spremere in campagna elettorale”.

 

“Da subito inizierò una rivoluzione culturale ferma e decisa – conclude Nuccia Palermo – al fine di rimuovere le troppe incrostazioni del sistema che non hanno più alcun diritto di lasciare all’abbandono i veri sovrani del territorio che non sono altro che i cittadini della provincia agrigentina”.

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=81969

Scritto da su mar 5 2017. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA, PRIMO PIANO. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

© 2019 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes