Home » AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, CULTURA, IN EVIDENZA, SECONDO PIANO » Un punto di riferimento per tutti , anziani e familiari . L’Opera Don Guanella di Naro,l’esperienza del Dott.Aldo Capitano

Un punto di riferimento per tutti , anziani e familiari . L’Opera Don Guanella di Naro,l’esperienza del Dott.Aldo Capitano

 

don guanella don guanella 1 don guanella 2 don guanella 3

 

Partiamo in auto da Agrigento per raggiungere Naro. Non più di venti minuti d’auto e arriviamo accanto alla famosa Chiesa di San Calogero. C’è il Grande Palazzo dell’Opera di Don Guanella , Residenza Sanitaria Assistita,la RSA, accreditata con Il Servizio Sanitario Nazionale. Una struttura nuova, moderna. Un portone e all’ingresso un Signore distinto,dal fisico agile , molto cortese, riceve gli ospiti che arrivano. E’ il Signor Diego Russello . Chi si rivolge a lui , tutte le informazioni sulla struttura ed altro, vengono ben esaudite ed al centralino risponde, suadente, con la sua voce, garbata e gentile .

Non è affatto vero che in una struttura sanitaria, si è soli !

Percorriamo gli ampi corridoi, muniti di passamano e si avverte un buon odore mentre si passa accanto al gran salone pranzo. Giriamo l’angolo ed un altro corridoio porta, ad una vasta area, zona giardino, dove tutti gli anziani,durante le belle giornate, trascorrono parte delle ore piacevolmente in compagnia, all’ombra o al sole. Gli occhi scrutano un furgone,pieno di acquisti di giornata : cassette di pomodoro,melanzane,vari tipi di frutta,basilico, prezzemolo,sedano e carote. Alimenti che rilasciano un odore di prodotti freschi , genuini, selezionati dalla nostra terra di Sicilia . Sbirciamo gli occhi e vediamo il salone pranzo ,con gli anziani intendi a mangiare , è ora di pranzo , ed alcuni di loro,non autosufficienti , sono accuditi , aiutati, serviti.

Due ascensori accoglienti , portano al 1° e al 2° piano . Non appena arrivati ai piani , comode poltrone e salottini  pronti a ricevere gli ospiti e per la comodità degli anziani , costituiscono una buona accoglienza e degenza, assieme ad altri arredi eleganti per le camere da letto , munite di pompe climatizzate Caldo/freddo, con vista panoramica ammirando anche l’Etna imbiancato di neve. Una  RSA Don Guanella equiparabile ad un Hotel a  cinque stelle, per la comodità di vita degli anziani.  La curiosità è rivolta all’Equipe medica,molto preparata,giudiziosamente guidata dalla brava Specialista in Geriatria,Dott.ssa Maddalena Curcio,Direttrice Sanitaria,  attenta , scrupolosa a curare, con tanto amore, i degenti maturi d’età. Non mancano i passatempo. Giochi di società , organizzati dal bravo Don Salvatore Apreda, prete giovane,dotato di grande spirito empatico, uomo buono e generoso , pronto ad aiutare. E’ il punto di riferimento per tutti. Persona qualificata, sensibile,dalle grandi capacità organizzative. E’ lui, infatti il Direttore della mega struttura,motore e cuore pulsante della organizzazione tutta, che è al passo con i tempi, moderna e superdotata di attrezzature sanitarie all’avanguardia. E’ piacevole notarlo , finita la Sua celebrazione della S. Messa ai degenti ,alle ore 17,30 di tutti i giorni, e vedergli  prendere sotto braccio gli ospiti , degenti, con fare affettuoso, con parole di incoraggiamento per tutti, come se fosse un parente che assiste i propri familiari ,il fratello,la sorella, il proprio padre e la propria madre.

E’ motivo di compiacimento, vedere altresì, molti operatori OSA ed infermieri professionali, dediti al lavoro con scrupolosa attenzione e competenza , con spirito solidale e comportamenti benevoli. E la Direttrice Sanitaria,la Dott.ssa Maddalena Curcio, Specialista Fisiatra, molto preparata ed attenta a curare tutti gli anziani , monitora giornalmente la situazione psico-fisica di ciascuno . Sovente la incontriamo nei corridoi a sorridere e con comportamenti cordiali e amorevoli , intrattenere gli ospiti della struttura, stimolando ciascuno di loro alla vita associativa.  Ed ogni  festività, è la scusa buona per organizzare uno spettacolo, le novene per natale o i musicanti per le altre feste ,  per intrattenere gli anziani che si prestano a ballare a cantare , a fare piacevole coro, come una sfida alla loro realtà sofferente. Ma Don Salvatore Apreda, insieme a Don Giacomo Panaro,non disertano nulla,ogni minuto è pieno di iniziative , concordate con tutto il personale. Iniziative d’intrattenimento e giochi di società.

Colpisce nell’animo , notare la familiarità con cui vengono protesi i rapporti umani ed empatici con i degenti di età matura. Una sala dotata di attrezzature per la fisioterapia , la vasca ad idromassaggio ,la parrucchiera, l’estetista etc….Non si può non vantare la igiene , la pulizia dei locali , l’odore di pulito , lungi dal sentire odore di sporco o di vecchiume. Tutto salubre e odoroso. Profumato!

Il  tempo vola! Gli anziani avvertono che sono assistiti bene e di tutto punto, sono soddisfatti. Ed i loro parenti, sono sereni perché riconoscono che i loro cari sono seguiti,accuditi con tanto amore , in una struttura sanitaria assistita,che puo’ vantarsi di essere la migliore di Sicilia e forse anche concorrere e primeggiare con strutture del settentrione. E non è vero che in queste strutture si muore, anzi,qui si migliorano le condizioni di salute degli anziani, per rendere la loro degenza, più lunga possibile.

Non è vero che la Sicilia non raccoglie i suoi frutti, questa struttura , è il frutto del fiore profumato della nostra  terra di Sicilia.

 

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=97788

Scritto da su gen 4 2018. Archiviato come AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, CULTURA, IN EVIDENZA, SECONDO PIANO. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

2 Commenti per “Un punto di riferimento per tutti , anziani e familiari . L’Opera Don Guanella di Naro,l’esperienza del Dott.Aldo Capitano”

  1. Gioacchino di sazio

    Grazie per questo articolo pubblicato su questa redazione , lavoro in questa .RSA San Calogero praticamente dal primo giorno che è nata, e posso confermare tutto quello che lei ha visto in pochi mesi, quindi denota come l’impatto sia piacevole e accogliente. La sua testimonianza non può che far piacere a tutto il personale e vorrei ringraziarla per aver dato questa opportunità di conoscenza della struttura. Coordinatore infermieristico gioacchino di sazio.

  2. Aldo Capitano

    Un giornale che si rispetti deve dare notizie buone , non deve tralasciare la cronaca che ha la precedenza. Questo è un articolo di secondo piano. Il giornalista , deve ossequiare la caratteristica della indipendenza ,come i giudici dei tribunali. Deve essere imparziale. Uomo e giornalista è unica cosa. Non si può essere che intransigenti difronte alla evidente meritocrazia. Meriti ai meritevoli.

Lascia un commento

© 2018 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes