Home » ARCHIVIO ARTICOLI, Gamestation, IN EVIDENZA » Recensione God of War Ps4

Recensione God of War Ps4

Eccoci all’ultimo capitolo in esclusiva per la console di casa Sony con le ultime avventure di Kratos e per la prima volta sullo schermo di suo figlio.Premetto che nella mia personale recensione non anticiperò nulla della trama principale, ovviamente!

GOD OF WAR 4

La narrazione scorre piacevolmente a seguito di una sceneggiatura studiata davvero a regola d’arte, accompagnata da una colonna sonora suggestiva. Le ambientazioni sono curatissime e ben strutturate “mascherate” open world (il quale non è), le quali
nascondono materiali utilissimi per un avanzamento “dignitoso” per le fasi più impegnative; anche se in alcuni tratti é troppo buio. Per conquistarne alcuni, alle volte bisogna un pò attivare il cervello, oltre ad esplorare! Mentre gli enigmi legati all’avanzamento della trama sono non difficili ed intuitivi legati comunque all’esplorazione.
Movimenti dei personaggi fluidi e spettacolari.
Durante la trama principale a difficoltà media non si riscontrano incidenti di percorso persistenti con i boss forse troppo semplici da affrontare; Sbalorditiva l’intelligenza artificiale del nostro compagno, seppure a volte va stimolata.
…Tecnicamente ed artisticamente eccelso.


Le poche pecche che ha, o che almeno ho riscontrato su ps4 standard sono: a volte il gioco (digitale) gira a fatica e rallenta qualche istante, la risoluzione a schermo pieno non é stata impostabile in nessun modo ed i font del testo sono davvero troppo piccoli; anche se rilasciata una patch a distanza di due giorni oggi a pochi giorni dall’uscita. Il resto?
Ottimo! Mi ha proprio conquistato, è un gran gioco.
E ora sotto con le quest secondarie ed il resto lasciato in sospeso, mi aspettano le fasi più impegnative.

God of War mette nelle mani dei giocatori un titolo che rievoca il passato più di quanto si possa immaginare, e lo fa in una maniera che concede al giocatore il tempo di comprendere i cambiamenti, parallelamente a un Kratos che ha a che fare con i suoi. La quantità di attività è notevole, per un totale di 40 ore e più di gioco tra storyline e end-game, che per il genere action sono sicuramente un vanto. Il sistema di combattimento è concreto, ma frenetico, si esalta nei pattern di attacco serrati dei nemici e nella continua lotta in un’inferiorità numerica senza sosta. L’apparente libertà potrebbe prima o poi stare stretta ai giocatori abituati all’open-world, ma l’appagamento, tra scene epiche e scontri al cardiopalma, è sempre dietro l’angolo. Sembra dunque che Asgard sia destinata a vivere le fiamme di una divinità greca che non vuole proprio saperne di trovare la propria pace.

Conclusione

E’ da tanto che non giocavo ad un gioco del genere, con una storia pazzesca che si ricollega ai precedenti capitoli e si affaccia sulla mitologia Norrena con grande stile. Grafica e combattimenti su di un altro livello. 9.9 perchè spero di dare 10 al prossimo capitolo, solo per questo.

 

fonte paladinidelvideogioco.eu

 

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=101397

Scritto da su apr 26 2018. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, Gamestation, IN EVIDENZA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2018 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes