Home » AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA » Marcella Carlisi M5S critica l’amministrazione Firetto sui nuovi orari di esposizione dei mastelli dalle 23.00

Marcella Carlisi M5S critica l’amministrazione Firetto sui nuovi orari di esposizione dei mastelli dalle 23.00

carlisi

Nuova assurda indicazione di decoro da questa amministrazione: i mastelli potranno essere esposti solo a partire dalle 23 e ritirati entro le 15.

Forse qualcuno ha trovato il tempo di fare una passeggiata nelle ore serali e ha mal sopportato i mastelli, di diversi colori, e i sacchi e le scatole esposte.

Si sta esigendo rigore e assurda disciplina dai cittadini. Anziani e lavoratori soprattutto, per un sistema che non è stato progettato rigorosamente né è organizzato efficacemente.

Nella ordinanza, che pretende il rispetto della cromia dei mastelli  a meno di specifiche ordinanze, non si cita la possibilità di conferire l’organico nel contenitore del vetro (o in un altro, il sabato, quando il mastello del vetro è necessario) che dovrebbe essere inserita fra le possibilità previste.

A Fontanelle, o nell’ultima distribuzione, sono stati dati meno mastelli 2 invece che 4 o 5, alcuni sono stati rubati e i cittadini si sono attrezzati come possibile. Se è l’amministrazione che ha creato questo disordine, perché lo deve pagare il cittadino?

Invece di spendere oltre un milione di euro per 5 mastelli se ne potevano comprare 2 per ogni utenza. Si sarebbe perfino risparmiato qualcosa (e il sistema si è rivelato efficace a Fontanelle, quindi c’era anche l’esperienza da cui poter “copiare”) e si sarebbero coperte fino a 44mila utenze, scovando più facilmente evasori e incivili.

Assurdo che si chieda rigore e si palesi la possibilità di multe ad anziani che alle 23 sono già a letto da un  paio d’ore: dovrebbero puntare la sveglia per mettere fuori il mastello? Per i lavoratori che rincasano dopo le 17? Multe anche per loro se nessuno ritira il mastello dopo le 15.

E le multe a questa amministrazione chi le fa? Per l’organizzazione carente, per l’informazione inesistente, per la sporcizia diffusa. Il cittadino che strumenti ha per difendersi?

Quando si organizzano le manifestazioni perché non ci mettono la faccia tutte le persone che stanno subendo il disagio: vuol dire che possono subire questo e altro? Perchè non c’era la fila per firmare la sensibilizzazione alla sfiducia per i consiglieri comunali che non firmano ancora? Se in questo momento c’è una persona sola che fa lo sciopero della fame davanti al comune per una sentenza che non arriva… dove è lo sdegno popolare? “Murmuriarisi” non ha mai risolto le cose, nemmeno su Facebook!

C’è bisogno di una forte azione corale da parte di tutti i cittadini che subiscono il sistema. Veramente pensate che, non mettendoci la faccia, potrà cambiare qualcosa o che mettendola potrebbero peggiorare le cose? Peggio di così?

 

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=103821

Scritto da su lug 8 2018. Archiviato come AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2018 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes