Home » ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, PRIMO PIANO, SECONDO PIANO » DECRETO INGIUNTIVO DALLA BANCA, CUTRÒ MINACCIA IL SUICIDIO

DECRETO INGIUNTIVO DALLA BANCA, CUTRÒ MINACCIA IL SUICIDIO

L’ex imprenditore di Bivona e testimone della Giustizia, Ignazio Cutrò, annuncia gesti eclatanti, anche fino all’estremo del suicidio, perché, peraltro dopo la recente revoca della protezione ai propri familiari e la conseguente sua rinuncia alla tutela personale, ha ricevuto un atto di precetto della Banca Popolare Sant’Angelo che intima a Cutrò di pagare un debito di circa 60mila euro, oltre more ed interessi, entro e non oltre il 19 agosto prossimo. Lo stesso Ignazio Cutrò afferma: “E’ stato accertato, con documenti ufficiali degli organi dello Stato, che la mia impresa edile è stata chiusa per i debiti accumulati dopo le denunce per le estorsioni subite. Chiederò dunque ai responsabili della banca il blocco della precettazione. Già nel 2016 UniCredit mi ha congelato un debito nettamente superiore a quello maturato con la banca Sant’Angelo”.

 

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=104814

Scritto da su ago 10 2018. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, PRIMO PIANO, SECONDO PIANO. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2018 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes