Home » AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA » Agrigento presa di posizione del consigliere comunale 5 stelle Marcella Carlisi su ambulanti di San Leone

Agrigento presa di posizione del consigliere comunale 5 stelle Marcella Carlisi su ambulanti di San Leone

carlisi

Nel 2005 il Consiglio comunale ha redatto apposito Regolamento per il Commercio su aree pubbliche che ha un corredo di allegati con le postazioni previste per il commercio in tutta la città.
Gli allegati non sono mai stati modificati, almeno non ce ne è evidenza.
L’amministrazione ha deciso che l’area di piazzale Caratozzolo non deve ospitare il cibo da strada ma, a quanto pare, dovrà diventare un parcheggio, lasciando libero il fronte mare.
Così anche oggi sono stati fermati e sequestrati dei mezzi per lo street food dalla polizia municipale.
Regolamento comunale contro sindaco. Come per la attribuzione della cittadinanza onoraria, c’é un regolamento sconosciuto all’ amministrazione.
Agitazione in aula dove abbiamo chiesto, praticamente tutte le forze politiche tranne Forza Italia, di trattare un atto di indirizzo composto per l’occasione.
Rigidità della Presidenza sul tema per cui all’inizio la trattazione doveva essere fatta in base all’ art 31 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale e rinviata, dalla conferenza dei capigruppo all’ arrivo di notizie dalla riunione in prefettura.
Arrivate le notizie con l’assessore Muglia di un accordo per tenere lo spazio occupato fino a quando ci saranno anche le giostre.
L’accordo deve essere però accettato dal sindaco e si guarderanno i documenti comunali perché l’assessore competente, sempre Muglia, ammette di non conoscere il regolamento.
E così aspettiamo l’opinione del sindaco. Non il regolamento ma la sua opinione.
Ricordiamo che in Consiglio seggono diversi consiglieri comunali filogovernativi che possono presentare modifiche al regolamento inserendo indicazioni di decoro secondo i gusti di questa amministrazione.
Quantomeno in questo caso si rispetterebbe un regolamento vigente.
Ancora una volta scontiamo la mancanza di regole ad Agrigento che permettono continue eccezioni.
Questa amministrazione deve andare via perché non studia e non si confronta con i cittadini, ciò che propone sembra per pochi ma non per tutti.
La mozione di sfiducia ha in questo momento una terza firma, quella di Gerlando Gibilaro oltre alla mia e a quella di Salvatore Borsellino.

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=111550

Scritto da su mar 19 2019. Archiviato come AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2019 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes