Home » ARCHIVIO ARTICOLI, IN EVIDENZA, PALERMO » Turismo in Italia, in Sicilia solo Palermo tra le prime cinquanta città più visitate

Turismo in Italia, in Sicilia solo Palermo tra le prime cinquanta città più visitate

valle-turisti

Il turismo in Sicilia ha subito una forte crescita nel corso degli ultimi anni, facendo diventare l’isola del Sud una meta ambita da molti italiani e stranieri per le vacanze.

Nonostante questo quadro positivo, solo Palermo si pone tra le prime cinquanta città più visitate nel corso degli ultimi dodici mesi.

Quello che sorprende non è tanto che il capoluogo siciliano si trovi davanti realtà come Roma, Milano Torino, ma stupisce che alcuni piccoli centri come Cavallino-Treporti, San Michele al Tagliamento e Lazise abbiano registrato numeri doppi rispetto a quelli di Palermo.

Questo dimostra come l’isola Siciliana debba lavorare ancora dal punto di vista strutturale e della programmazione per far crescere numeri che hanno potenziale ancora tanto inespresso.

Il miglioramento delle strutture ricettive, la qualità del servizio offerto, la valorizzazione del territorio e delle realtà culturali ed enogastronomiche, sono alcuni dei punti su cui Istituzioni e imprenditori del settore turistico devono puntare per valorizzare la Sicilia.

Un grande sforzo è stato fatto per quanto riguarda i trasporti per raggiungere l’isola, grazie alla grande offerta di traghetti per la Sicilia che è disponibile durante tutto l’anno, messa a disposizione dal leader del trasporto via mare Moby, che dispone di una flotta di imbarcazioni confortevoli e veloci dotate di ogni genere di comfort a bordo, per rendere ancora più piacevole l’esperienza di viaggio.

Da una parte c’è quindi la grande ascesa fatta registrare dal turismo siciliano nel corso degli ultimi anni, che cozza ancora con il ruolo modesto che la stessa isola gioca ancora nel mercato delle vacanze e del turismo.

Tornando ai dati raccolti, italiani e stranieri hanno fatto registrare 421 milioni di giornate di soggiorno turistico nel nostro Paese, di cui solo il 3,5% è stato fatto in Sicilia.

Un valore del tutto inadeguato allo straordinario patrimonio storico, artistico, culturale ed enogastronomico che tantissime località dell’isola possono mettere a disposizione del turista.

Per quanto riguarda il rapporto tra residenti e turisti, basti pensare che il Trentino-Alto Adige fa registrare un rapporto di un abitante ogni cinquanta presenze turistiche, mentre la Sicilia si ferma solo a tre, con una differenza davvero notevole se analizzata in termini di numeri.

Restano ancora tanti i nodi che rendono inefficiente il sistema Sicilia, primo tra tutti il problema legato alla distribuzione dell’acqua potabile, che lo è per il 5% degli abitanti del nord ma per il 30% dei siciliani.

 

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=111545

Scritto da su mar 19 2019. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, IN EVIDENZA, PALERMO. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2019 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes