Home » ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, CULTURA, EVENTI, IN EVIDENZA » Da Palermo ad Agrigento,il “Cammino sulla Magna Via Francigena”,per sensibilizzare l’opinione pubblica alla conoscenza della fibromialgia.

Da Palermo ad Agrigento,il “Cammino sulla Magna Via Francigena”,per sensibilizzare l’opinione pubblica alla conoscenza della fibromialgia.

wpid-img-20190507-wa0002674992073.jpg

Sono arrivati domenica, intorno  alle 14,  ultima tappa la  Cattedrale di Agrigento, accolti dal Cardinale Francesco Montenegro e da don Giuseppe Pontillo, parroco di San Gerlando, l’iniziativa  “Cammino sulla Magna Via Francigena”,  promossa dall’AISF Onlus (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica) per sensibilizzare sulla sindrome fibromialgica, ha coinvolto  un  gruppo di pazienti affetti da fibromialgia e di accompagnatori  che hanno percorso,  a piedi, l’antico cammino tra il 27 aprile e il 5 maggio,    Un viaggio   di  200 km, partiti da Palermo e giunti ad Agrigento,   lungo la Via Francigena siciliana per sensibilizzare l’opinione pubblica alla conoscenza della fibromialgia. La manifestazione è stata  coordinata da Giusy Fabio, vicepresidente dell’area Sud Italia dell’Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica (AISF) con il supporto di Salvo Balsamo dell’Associazione “Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia” . Un cammino di nove giorni per rompere il silenzio sul fenomeno e sollecitare le Istituzioni affinché affrontino con determinazione il problema. .“Scopo della manifestazione – ci dice Giusi Fabio è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica alla conoscenza della fibromialgia, un’infermità altamente invalidante ma ancora oggi non riconosciuta, che colpisce l’apparato muscolare dei tendini e provoca un dolore cronico e una diminuzione della soglia del dolore. Non esiste ancora una terapia efficace anche perchè non sono chiare le cause che scatenano la malattia ed è spesso difficile da diagnosticare poiché ha un quadro sintomatico comune ad altre patologie, e perché non dà luogo a segni riscontrabili clinicamente. In Italia ne soffrono quasi due milioni di persone, la maggior parte dei pazienti sono donne”. Un cammino, quindi, di nove giorni per rompere il silenzio sul fenomeno e sollecitare le Istituzioni affinché affrontino con determinazione il problema.

 «Occorre – conclude Giusy Fabio – che in ogni parte della Sicilia i pazienti possano essere aiutati e supportati. È anche necessario che ogni medico consideri questa sindrome come una patologia invalidante e soprattutto reale. Noi lotteremo sempre, e per questa ragione ci metteremo in cammino, per rompere il silenzio attorno alla vita di chi è affetto da Fibromialgia. La nostra speranza è che le istituzioni comincino ad affrontare seriamente il nostro problema, cercando soprattutto una soluzione per aiutarci concretamente».

Franco Licata D’Andrea;

Stefano Pullara;

Angelo Polizzi;

Daniele Marrali.(3B) Liceo Classico Linares di Licata

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=113222

Scritto da su mag 7 2019. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, CULTURA, EVENTI, IN EVIDENZA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2019 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes