Home » ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA, PRIMO PIANO » Musumeci effettua maxi rotazione dei Parchi archeologici,ad Agrigento il nuovo Direttore è Roberto Sciarratta,finisce l’era Parello.

Musumeci effettua maxi rotazione dei Parchi archeologici,ad Agrigento il nuovo Direttore è Roberto Sciarratta,finisce l’era Parello.

giuseppe-parello2

A circa tre mesi dalla morte del compianto Assessore regionale alla cultura Prof.Sebastiano Tusa,vittima di un incidente aereo,adesso il Presidente della Regione Nello Musumeci ha effettuato una robusta rotazione degli incarichi apicali all’interno dei Parchi Archeologici siciliani,dando piena attuazione ai dettami delle legge 20/2000 e sta dando uno scossone alla voglia di cambiamento e di ricambio fisiologico che negli ultimi lustri era stato disatteso con Direttori che sedevano nelle posizioni dirigenziali da quasi 10 anni.

Uno dei cambi che era nell’aria,anche per le ultime volontà dell’Assessore Regionale Prof.Sebastiano Tusa è stata portata a termine.Infatti il compianto Asssessore il 6 marzo rispondendo a un’interrogazione dei parlamentari del Movimento 5 stelle aveva confermato la sostituzione dei vertici del Parco Archeologico di Agrigento.Oggi questa operazione è stata compiuta.Infatti lo stesso Tusa aveva dato l’aut aut al Direttore Parello e al Presidente Campo nella seduta del 6 marzo a Sala D’Ercole entro 10 giorni.Poi,sappiamo tutti purtroppo cosa è successo.Oggi a distanza di tre mesi quelle volontà sono state rispettate con la nomina del nuovo Direttore Roberto Sciarratta che ha sostituito l’ex Direttore Parello che dal 2012 sedeva su quella poltrona e che era stato attenzionato da più parlamentari regionali per questo record di permanenza.Roberto Sciarratta passa dall’unità operativa della Progettazione del Parco di Agrigento alla direzione dello stesso ente.

Il rimpasto comunque è stato corposo e ha interessato quasi tutti i Parchi Archelogici siciliani.

Ecco nel dettaglio la maxi rotazione:

Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria: Bernardo Agrò; Lilibeo – Marsala: Enrico Caruso; Tindari: Caterina Di Giacomo; Leontinoi: Lorenzo Guzzardi; Isole Eolie: Rosario Vilardo; Camarina e Cava D’Ispica: Giovanni Di Stefano; Siracusa, Eloro e Villa del Tellaro: Calogero Rizzuto; Solunto, Himera e Jato: Francesca Spatafora; Gela: Salvatore Gueli; Morgantina e Villa del Casale di Enna: Vera Greco; Naxos e Taormina: Gabriella Tigano; Catania e della Valle dell’Aci: Gioconda Lamagna. A Segesta rimane confermata Rossella Giglio.

Il governatore Musumeci nell’atto di firma del decreto ha motivato la scelta per un’azione di forte spinta e rinnovamento che trovano la sintesi in queste dichiarazioni.

“Ho voluto dare un segnale di immediata operatività  – sottolinea il governatore  della Sicilia Musumeci - mettendo in atto una rotazione dei dirigenti nell’ottica che tutta l’amministrazione, a partire dal sottoscritto, non deve considerare la propria posizione come un fatto consolidato e garantito nel tempo. E’ giusto e opportuno che movimenti sul territorio portino linfa vitale ai nostri luoghi della cultura, proprio nel segno del movimento delle esperienze e delle conoscenze. Abbiamo il dovere di dare efficienza e accoglienza ai siciliani e ai milioni di visitatori che accedono ai nostri luoghi di cultura”.

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=114047

Scritto da su giu 8 2019. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA, PRIMO PIANO. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2019 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes