Home » AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA » Agrigento.”Nuovo contratto, vecchie vergogne ed ovviamente l’oggetto è sempre lo stesso: il Servizio dei Rifiuti la cui delega cade come un macigno sul capo del solito Assessore, Nello Hamel”.

Agrigento.”Nuovo contratto, vecchie vergogne ed ovviamente l’oggetto è sempre lo stesso: il Servizio dei Rifiuti la cui delega cade come un macigno sul capo del solito Assessore, Nello Hamel”.

Vice Segretario Provinciale

Inizia così la nota stampa del Capogruppo della LEGA, Nuccia Palermo, che interviene su segnalazione di decide di residenti delle zone periferiche della città. Tra queste,  vi sono le vie Offamilio e Zingarello, oggi, abbandonate tra i rifiuti e i cattivi odori.

“E’ inammissibile aver stipulato un contratto di circa 9 milioni di euro per la raccolta dei rifiuti e ritrovarci a distanza di 10 giorni con zone vergognosamente escluse dal servizio stesso. Voci di corridoio parlano di interpretazione errata del contratto di servizio o addirittura di disguido – continua Nuccia Palermo –  ma l’amministrazione forse dimentica che il ruolo di controllo è totalmente in capo al Comune di Agrigento che non può e non deve lasciare alcuna zona scoperta dalla raccolta.”

“Per troppi anni si è passati sopra all’incapacità politica di chi, nei fatti, non risulta in grado di gestire deleghe tanto delicate come quella dei rifiuti il cui risvolto negativo tocca sia l’immagine della città che la salute pubblica. Siamo stanchi – conclude il Capogruppo della LEGA, Nuccia Palermo – e invito dunque tutti gli agrigentini che in questo momento riscontrano un mancato o poco corretto espletamento del servizio rifiuti a contattarmi. Stiamo valutando, infatti, la presenza di eventuali responsabilità  su tali palesi interruzioni del servizio pubblico. Potrebbero, infatti, sussistere gravi responsabilità proprio in capo alla Pubblica Amministrazione, che pur avendo a disposizione tutti gli strumenti per una corretta raccolta e pedissequo smaltimento dei rifiuti, non vi provvede in maniera concreta, costringendo il cittadino a vivere in un ambiente insalubre  con possibili gravi ripercussioni per la salute dei suoi cittadini. Il tempo delle chiacchiere è terminato”.

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=115043

Scritto da su lug 11 2019. Archiviato come AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

© 2019 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes