Home » AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA » Logo del Comune di Agrigento su una brochure troppo “hot”.  Nuccia Palermo: Portate del Bromuro all’autore! Nessuno offenda le nostre donne.

Logo del Comune di Agrigento su una brochure troppo “hot”.  Nuccia Palermo: Portate del Bromuro all’autore! Nessuno offenda le nostre donne.

Vice Segretario Provinciale

 
“Sono schifata e indignata nel leggere come la donna possa divenire impunemente oggetto di propaganda sessuale in un opuscolo turistico denominato «Bellezze ed eccellenze AGRIGENTINE» riportante, tra gli altri, anche il logo del Comune di Agrigento. Sono inferocita nello scoprire poi che ciò avviene utilizzando e offendendo l’immagine e la reputazione delle nostre giovani concittadine. Agrigentine, figlie di una terra ricca di storia, di cultura e soprattutto di dignità.”

Interviene così il Capogruppo della Lega, Nuccia Palermo che, dopo aver appreso la notizia riportata e denunciata dal giornale online «Sicilialive24», prende nettamente le distanze dalla pessima descrizione fatta, con l’aggravante che tale descrizione sembrerebbe avallata dall’amministrazione comunale a guida Firetto.

“Nell’opuscolo si legge testualmente «Sulle spiagge, tra ragazze con costumi succinti e molto, ma molto sexy, è molto facile trovare compagnie, tutto è ammesso, anche i più timidi mettono da parte un po’ delle loro inibizioni, facendo affiorare il meglio della loro loquacità». E ancora «Le barwoman, sono solite anche scatenarsi in danze, non appena la temperatura comincia a salire.» e infine «In discoteca, mentre i ragazzi si presentano anche in bermuda e maglietta, le ragazze, sfoggiano abitini molto trasparenti, d’altronde il vedo -non vedo è quello che gli uomini apprezzano di più, ma non è difficile trovare anche mini gonne mozzafiato e toppini che mettono in risalto il seno».

Nel consigliare all’autore di tale scempio una cura a base di bromuro esprimo, altresì, il mio fermo disappunto per la scelta del Sindaco Firetto di autorizzare l’apposizione del logo del Comune di Agrigento in tale inqualificabile brochure”.

“Ricordo a Lillo Firetto che prima di qualsiasi altro obbligo, il Primo Cittadino ha il dovere di difendere l’immagine e l’onorabilità della Città che amministra e rappresenta. Dunque ritiri immediatamente il logo, salvo che la scelta di attirare il turismo dei maniaci di mezzo mondo non sia una deliberata scelta politica.

La storia di Agrigento, invero, narra ben altro – conclude Nuccia Palermo – e non permetteremo a nessuno di offendere la nostra gente, le nostre donne e le nostre figlie. Se questa è l’Agrigento2020 di Lillo Firetto di sicuro non è e non sarà mai la nostra”.

 

 

Di seguito il link della notizia: http://www.sicilialive24.it/2020/01/03/per-favore-ritirate-questa-rivistaquesto-non-e-turismo-agrigento-2020-parte-malissimo-le-donne-agrigentine-sono-molto-ben-altro/

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=119513

Scritto da su gen 3 2020. Archiviato come AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

4 Commenti per “Logo del Comune di Agrigento su una brochure troppo “hot”.  Nuccia Palermo: Portate del Bromuro all’autore! Nessuno offenda le nostre donne.”

  1. Articolo da schifo, il primo cittadino, è sicuramente l’ultimo

  2. Giovanni Polito

    Non ho verificato, ma se ciò è vero, senza dubbio è quantomeno deprecabile. Chiederei, però, alla loquace rappresentante leghista, se la sua attenzione è stata così puntuale e solerte anche nelle innumerevoli uscite del suo segretario Salvini , sui temi femminili ( leggi Rachete), di gran lunga più deprecabili e svilenti nei confronti delle donne. Il tutto aggravato dal suo, a quel tempo, ruolo istituzionale.

  3. Concordo con il consigliere Nuccia Palermo

  4. aristocratico

    Direi che in spiaggia si notano tante donne in perizoma a farsi notare i loro lati B senza alcun pudore. Lo fanno con naturalezza. Moltissime anche a seni nudi. Se ascoltiamo e vediamo i film di Cetto La qualunque , sorridiamo quando recita e dice : ” c’è pilu pi tutti !”… Poi se c’è una rivista che esalta le bellezze e le capacità cortesi delle donne, diventa una nota deprecabile. Quante coppie si appartano e fanno sesso tanto da pensare ad atti osceni in luogo pubblico e nessuno interviene e nessuno reclama. Quante coppie di fidanzati o di coppie divertenti si lasciano andare sulle spiagge a fare sesso al tramonto e nessuno dice nulla ? Ad Amsterdam ci sono le donne nude in vetrina e qui ad agrigento tutte e tutti , dinanzi una reclame si dichiarano stoccami e stoccami, perchè l’ipocrisia li porta a dire il contrario che il sesso è una cosa naturale e viene praticato da tutti ed in tutte le parti del mondo.

Lascia un commento

© 2020 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes