Home » ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, IN EVIDENZA, SECONDO PIANO » Antiriciclaggio, gioco: più di 3mila segnalazioni nel primo semestre 2021

Antiriciclaggio, gioco: più di 3mila segnalazioni nel primo semestre 2021

 

Secondo i dati dell’UIF, le segnalazioni di attività sospette o illecite legate al gioco sono aumentate del 4,7% nel 2021 per una somma di oltre 147mln di euro

FOTO 2

Secondo quanto rivelato da un recente report dell’Unità di Informazione finanziaria per l’Italia, l’incremento delle operazioni sospette è da considerarsi una delle tante conseguenze della pandemia. I dati riportati hanno infatti rilevato che le segnalazioni relative alle operazioni finanziarie sospette nel primo semestre del 2021 ammontano a circa 70.157, un dato che si dimostra in crescita se confrontato con quelli raccolti nello stesso periodo dello scorso 2020. L’aumento registrato corrisponde al 32,5%. in particolare, l’incremento è stato molto più marcato ed evidente nei mesi che vanno da marzo a giugno. Una delle cause principali di questo aumento è da ricercarsi nel lockdown imposto dal governo nel 2020, il quale ha condizionato fortemente i dati.

Le segnalazioni di riciclaggio hanno sperimentato la crescita maggiore in assoluto e registrano un aumento pari al 32,7% in più rispetto allo stesso periodo del 2020. Sono aumentate anche le segnalazioni che riguardano il finanziamento del terrorismo: queste ultime hanno raggiunto le 340 unità. Diminuiscono invece le segnalazioni relative alla voluntary disclosure, che sono scese a 156.

Per quanto riguarda i maggiori incrementi nel settore non finanziario una menzione speciale va fatta per i cosiddetti prestatori dei servizi di gioco. Le segnalazioni di attività sospette o illecite legate a questi ultimi hanno raggiunto quota 3305, si tratta di un incremento importante considerato che nel 2020 i dati registravano 2287 unità. Complice di questi numeri, si legge su Gaming Insider, è anche la crisi che ha colpito l’intero comparto del gambling, facilitando lo sviluppo del gioco illegale, che molto spesso va ad arricchire le casse della criminalità organizzata. Quello del gioco illegale è un argomento molto discusso negli ultimi tempi. Importante è l’impegno portato avanti dalla filiera del gioco che si batte per diffondere sempre più la cultura del gioco più sicuro e sconfiggere comportamenti sospetti e illegali. A tale scopo sono state chiamate in causa le tecnologie più moderne nell’ambito dell’intelligenza artificiale.

Al primo posto si piazza il settore della pubblica amministrazione, che ha visto il numero di segnalazioni più alto mai registrato. Esse hanno raggiunto quota 82 in un unico semestre. Queste segnalazioni riguardano per la maggior parte anomalie che sono state riscontrate in operazioni di finanziamento relative a misure straordinarie legate all’emergenza pandemica. Da un quadro geografico più generale possiamo affermare che gli aumenti in Italia si sono verificati in tutte le regioni. Al primo posto la Lombardia, seguono poi Lazio, Emilia Romagna, Piemonte e Sicilia. Le segnalazioni inerenti al gioco pubblico ammontano a circa il 4,7% del totale, rispetto al 4,3% dello scorso anno, per una cifra di oltre 147 milioni di euro. L’incremento, come prevedibile, riguarda principalmente le attività online. Il settore del gioco virtuale ha infatti sperimentato una crescita, condizionata dalla chiusura delle sedi terrestri a seguito delle restrizioni imposte per prevenire la diffusione della pandemia.

 

 

 

 

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=142131

Scritto da su ott 21 2021. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, IN EVIDENZA, SECONDO PIANO. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2021 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes