Home » ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, IN EVIDENZA, Interviste, SECONDO PIANO » La redazione dell’Iss G.B. Odierna intervista il Vicepreside Angelo Bellanti sull’aggressione dei russi agli ucraini

La redazione dell’Iss G.B. Odierna intervista il Vicepreside Angelo Bellanti sull’aggressione dei russi agli ucraini

 

wpid-wp-1648994580113.jpg

QUESTA AGGRESSIONE VA CONDANNATA…

A distanza di un mese dall’inizio  dell’invasione russa in Ucraina,  sono ancora tanti i dubbi che attanagliano le nostre menti e coscienze……

Perchè si è ricorsi a tanto dolore, morte e distruzione?…. Poteva essere evitato tutto ciò?

Lo abbiamo chiesto al vicepreside del nostro istituto, il prof.  Angelo Bellanti, a cui abbiamo posto delle domande sul drammatico periodo che stiamo vivendo, ricevendo preziosi suggerimenti….

“La guerra va ripudiata,condannata. La guerra non esiste come mezzo di dialogo, ma solo come mezzo di offesa- afferma il prof. Bellanti- l’Ucraina è un popolo libero e ha il diritto di essere libero. E’ una vecchia repubblica russa che ha ottenuto l’indipendenza nel ‘91 e questa indipendenza è stata riconosciuta da tutti i popoli. Questa è, quindi, un aggressione che va condannata, va ripudiata…”.

 

-Qual è la sua opinione sulla speculazione del gas?

“ Sia sulle materie prime, che sul petrolio, a partire dalla sua introduzione, è sempre esistita una forza di speculazione.- continua il prof.Bellanti – anche nel 90’ con l’invasione del Kuwait era successa una situazione del genere. Credo che gli stati europei si stanno già attrezzando per frenare questa speculazione. Già Francia, Germania e anche l’Italia stanno provvedendo per evitare questo aumento ingiusto e anche dei prodotti alimentari.è una catena speculativa e quindi gli stati devono provvedere su questi aumenti il prima possibile”

 

 

“Secondo lei vi è uno spiraglio verso una possibile soluzione diplomatica? “

“Certo che esiste, la civiltà è andata avanti grazie all’intelligenza- conclude il vice preside Bellanti- credo che una voce importante sia quella di Papa Francesco, penso che possa essere l’intelligenza pura dei grandi del mondo. La soluzione è mettersi seduti attorno ad un tavolo. Oggi la più grande arma è il dialogo. Credo, che si possa trovare un accordo nel rispetto dei popoli e nel rispetto della libertà. Penso , che Papa Francesco possa avere un ruolo determinante”.

 

Emanuel Sorintano

Vincenzo Cacciatore

Elisa Tramontana

Francesca Scopelliti

 

 

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=147559

Scritto da su apr 3 2022. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, IN EVIDENZA, Interviste, SECONDO PIANO. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2022 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes