Home » AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA » Nasce “il Popolo del Mezzogiorno” , movimento politico–culturale del territorio .Francesco Albanese Presidente e Salvatore Di Betta segretario organizzativo: “ Da troppo tempo il Sud dimenticato nell’agenda di governo”

Nasce “il Popolo del Mezzogiorno” , movimento politico–culturale del territorio .Francesco Albanese Presidente e Salvatore Di Betta segretario organizzativo: “ Da troppo tempo il Sud dimenticato nell’agenda di governo”

sicilialive24.it

sicilialive24.it

In provincia di Agrigento nasce un nuovo movimento politico-culturale e territoriale che si chiama il “Popolo del Mezzogiorno”, sono stati eletti contestualmente agli organi statutari all’unanimità, Francesco Albanese e Salvatore Di Betta.
Il Presidente è Francesco Albanese 31 anni con esperienze politiche pregresse e segretario organizzativo è l’ex Assessore al turismo di Porto Empedocle Salvatore Di Betta.
Il movimento politico precisano i due rappresentanti è la sintesi di un lavoro che abbiamo voluto definire dopo un accurato ragionamento fatto di incontri con altri aderenti del Popolo del Mezzogiorno per il vuoto politico-istituzionale che si riverbera in provincia di Agrigento da anni e anni e che hanno fatto sprofondare il nostro territorio a livelli post seconda guerra mondiale.
A parte i dati sconfortanti a livello economico,sociale e lavorativo con un’emigrazione che non è solo giovanile spaventosa è troppo evidente che manca una reale collaborazione e un filtro tra gli enti locali, regione e governo centrale.
E restiamo scettici che il Pnrr se pur strumento importantissimo per il rilancio del territorio da solo non basta.
Ecco perché nasce il Popolo del Mezzogiorno, possiamo anticipare che hanno già aderito rappresentati variegati della nostra provincia: da Sciacca a Favara, Cammarata e altri comuni oltre Porto Empedocle che è la sede legale del nostro movimento.
Le nuove adesioni abbracciano il mondo della scuola, delle imprenditoria del terzo settore, a breve in un incontro daremo ampie informazioni sugli obiettivi da raggiungere.
E anche per le regionali guardiamo con interesse ai progetti politici e di governo che guardano ai movimenti senza supponenza, non abbiamo preclusioni ed escludiamo solo forze estremiste ma soprattutto vogliamo essere ascoltati sulla risoluzione delle criticità che oggi in Sicilia e nella provincia di Agrigento sono voragini che vanno affrontate e risolte con seri interventi e con investimenti mirati , concludono Albanese e Di Betta.

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=150647

Scritto da su lug 6 2022. Archiviato come AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2022 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes