Home » AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA » Continua la querelle tra Aica e Siciliacque

Continua la querelle tra Aica e Siciliacque

 

 

AICA_sito

L’Aica, l’Azienda idrica dei Comuni agrigentini, letteralmente “ai ferri corti” con Siciliacque, ovvero la società privata, partecipata solo per il 25% dalla Regione Siciliana, con funzioni di sovrambito nel settore idrico dell’isola. Il direttore generale dell’Aica, Claudio Guarneri, ha partecipato ad una riunione convocata dalla “Cabina di regia”, istituita a Palermo dal presidente della Regione, Renato Schifani, e presieduta dal capo della Protezione civile, Salvatore Cocina. Guarneri ha vivacemente contestato il rappresentante di Siciliacque rivendicando l’autonomia gestionale dell’Aica, a fronte di ciò che lo stesso Guarneri definisce come “indebite e ingiustificate ingerenze da parte di Siciliacque, che pretende e si arroga il diritto di imporre regole e modalità al nostro lavoro di approvvigionamento e distribuzione”. Il direttore dell’Aica ritiene improcrastinabile una riforma dell’assetto regionale che sovrintende alle risorse idriche. “Non è ad esempio tollerabile – sottolinea Guarneri – che Siciliacque prelevi acqua dalle fonti del territorio agrigentino, e che poi rivenda l’acqua, a caro prezzo, all’Aica, quindi agli agrigentini”. “Invito – conclude Guarneri – la deputazione agrigentina, a prescindere dal colore politico, ad impegnarsi a rimedio di una situazione paradossale e non più sopportabile”.

Short URL: https://www.sicilialive24.it/?p=158070

Scritto da su mag 15 2024. Archiviato come AGRIGENTO, ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

© 2024 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes