Home » ARCHIVIO ARTICOLI, IN EVIDENZA, Salute & benessere » Salute & Benessere: Insulina e carboidrati: alleati o nemici?

Salute & Benessere: Insulina e carboidrati: alleati o nemici?

dieta-carboidrati-alimenti-alimentazione-

Buongiorno dal team di biosportinglab!!

Ci capita spesso di ricevere domande sul ruolo dei carboidrati, sulla loro fantomatica capacità di far ingrassare, sul rapporto con l’insulina.

Partiamo da un dato incontestabile: se un elemento o una funzione organica sono presenti in natura, evidentemente ci devono essere perché serviranno a qualcosa!

Nel caso dell’insulina, possiamo dire che ANCHE grazie ad essa, siamo riusciti a superare migliaia di anni di carestie e difficoltà alimentari, raggiungendo un livello di evoluzione altissimo.

Cos’è l’insulina?

L’insulina è un ormone peptidico prodotto dal pancreas (nello specifico dalle “cellule beta delle isole di Langerhans”).

Ha funzioni anaboliche (costruzione muscolare) e permette agli alimenti digeriti, come glucosio, aminoacidi e trigliceridi, di entrare nella cellula, per essere utilizzati a scopo energetico e plastico.

Grazie anche alla sua funzione di risparmio e costruzione di tessuto lipidico, i nostri antenati hanno potuto resistere a giorni e giorni di “magra”: per migliaia di anni, infatti, siamo stati cacciatori/raccoglitori e quando si uccideva un animale, lo si mangiava per intero e nel minor tempo possibile (non c’era frigorifero!); proprio grazie all’insulina le calorie in eccesso si depositavano negli adipociti sotto forma di tessuto grasso, per poi essere utilizzate pian piano nel corso dei giorni successivi.  Alcune recenti ricerche antropologiche hanno stabilito che tra un pasto abbondante e l’altro potevano passare tra 7 e 14 giorni, ed in questo lasso di tempo il grasso messo da parte era fondamentale per sopravvivere.

Oggi questo meccanismo non funziona più in maniera ottimale per vari motivi: Sovrabbondanza di cibo, Sedentarietà e basso consumo calorico, Cibi troppo lavorati e arricchiti di grassi e zuccheri artificiali, per allungarne la scadenza o migliorarne il sapore, Periodi di ipercalorica contrapposti ad altri di ipocalorica, che peggiorano lo stato metabolico.

Secondo alcuni studiosi della nutrizione, l’insulina diventa un’arma a doppio taglio, probabilmente la principale responsabile del sovrappeso e di molte altre problematiche riconducibili, nella peggiore delle ipotesi, anche alla sindrome metabolica.

Alla luce di quanto detto, allora, converrebbe eliminare o diminuire drasticamente tutti quegli alimenti che, come i carboidrati, provocano un innalzamento eccessivo dei livelli di insulina?

Rispondiamo in maniera netta ed inequivocabile: NO!

Eliminare o diminuire drasticamente i carboidrati non serve per tanti motivi:

  • Sono la fonte alimentare preferenziale per molti tessuti e organi, come il cervello ed il cuore
  • Il corpo, in condizioni normali, ne consuma tanti, circa 180 gr al giorno
  • E’ vero che con alcuni processi, come la neoglucogenesi, è possibile sintetizzare glicogeno dalle fonti proteiche, ma questo è un processo dispendioso che viene attivato in condizioni di eccezionalità
  • Eliminare del tutto i carboidrati potrebbe far attivare dei segnali di allarme che potrebbero indurre l’organismo ad abbassare il metabolismo, diminuire la temperatura corporea, risparmiare ancora di più grassi e cedere “dispendiosa” massa magra.
  • Eliminare piatti meravigliosi, tipici della nostra straordinaria cultura culinaria, è abbastanza inutile e triste.

Quindi che si fa per non ingrassare? Bisogna:

  • Calcolare il proprio dispendio energetico (esistono molte formule on- line oppure fatelo fare ad un professionista) evitando di immettere più calorie rispetto a quelle che si consumano (oggi le nuove App aiutano molto nel calcolare quante kilocalorie si assumono dai cibi e quante se ne consumano durante la giornata)
  • Fare attività sportiva per almeno 150 minuti a settimana
  • Restare quanto più attivi possibili, camminando per almeno 10-12.000 passi al dì, scegliendo le scale anziché l’ascensore, spostandosi in bici anziché in auto
  • Riscoprire hobby e attività che distraggano dalla noia e dall’eventuale fame nervosa
  • Bere tantissima acqua, che riempie lo stomaco e allontana la fame.
  • Alimentarsi in maniera equilibrata e sana, evitando alimenti eccessivamente lavorati/industrializzati
  • Consumare pasti completi di proteine, grassi, carboidrati e fibre

Ci sarebbe molto altro da dire, ma rimandiamo ulteriori approfondimenti ad un prossimo articolo.

Se la lettura vi è piaciuta, condividete pure.

Non dimenticate che prima di intraprendere percorsi di allenamento o dieta, è fondamentale farsi assistere dal proprio medico di fiducia o dal nutrizionista.

Un saluto dal team di biosportinglab.

https://www.biosportinglab.it/2021/07/07/insulina-e-carboidrati-alleati-o-nemici/

Short URL: https://www.sicilialive24.it/?p=138491

Scritto da su lug 8 2021. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, IN EVIDENZA, Salute & benessere. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2021 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes