Home » ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, CULTURA, EVENTI, IN EVIDENZA » Scambi culturali 2019.Undici studenti del Liceo Linares di Licata in Germania

Scambi culturali 2019.Undici studenti del Liceo Linares di Licata in Germania

wpid-img-20190502-wa00001577782483.jpg

Scambio culturale 2019

 

Undici  studenti del Liceo Classico Vincenzo Linares di Licata, diretto da Rosetta Greco,  hanno vissuto una straordinaria esperienza  di scambio culturale in Germania, nella scuola Bertha-von-Suttner-Schule a Mörfelden-Walldorf.  Accompagnati dalle professoresse Tonon e Pilato, gli alunni hanno visitato la cittá, Francoforte e Wiesbaden mettendo alla prova le loro competenze, trascorrendo una settimana  a contatto  non solo con  i giovani studenti e  docenti della suola ospitante, ma anche con la gente del luogo.

 

Abbiamo intervistato alcuni partecipanti all’esperienza didattica -formativa multiculturale,offerta dal nostro istituto, per condividere con i lettori,  le impressioni del percorso istruttivo intrapreso

 

 

-Cosa ti ha spinto a partecipare allo scambio?

 

 Il fatto che sia un’opportunità per conoscere nuove persone e nuove culture, un’esperienza formativa da non perdere.

 

 

-Quali sono le tradizioni culturali e architettoniche che hai constatato essere diverse da quelle del tuo paese?

 

 Le persone hanno abitudini completamente diverse dalle nostre, per esempio, , non hanno orari ben precisi per pranzare o cenare. Essendo la cittá, munita di mezzi pubblici efficienti, li adoperano abitualmente per spostarsi da una parte all’altra delle città, anche non accompagnati  da un adulto. Dunque sono sicuramente più autonomi e indipendenti rispetto  a noi. Per quanto riguarda l’architettura, anche quest’ultima è ben diversa, le case ad esempio hanno soffitti molto più bassi e sono dotate di giardini, rendendo il contesto molto più piacevole alla vista rispetto ai soliti condomini che siamo abituati a vederci intorno

 

 

-Per quanto riguarda lo svago?

 

Gli orari sono meno prolungati rispetto ai nostri, i ragazzi di solito escono nel pomeriggio e tornano a casa per ora di cena. A differenza nostra, la sera frequentano pub, e, solo in estate, frequentano parchi o zone all’aperto.

 

 

-Qual è il metodo di studio che utilizzano?

 

 Hanno un metodo molto particolare e diverso rispetto al nostro, nello specifico nella scuola che abbiamo frequentato, le ore avevano una durata rispettiva di 1h 30min e di 40min. Le lezioni più lunghe,venivano cosi ripartite: i  primi 30min venivano utilizzati  in spiegazioni o esercitazioni in compagnia degli insegnanti, il resto del tempo veniva impiegato in un lavoro autonomo da parte dei  ragazzi che organizzano il loro tempo in base ai test che hanno in programma, grazie all’assegnazione di compiti facoltativi. Il loro studio si basa molto anche sulla praticità e l’applicazione della teoria, grazie alla disposizione di materiale e laboratori appositi attrezzati

 

 

-Quali sono state le tue sensazioni a seguito di questa esperienza?

 

 

Ognuno ha provato le proprie sensazioni, c’è chi si è trovato meglio e chi peggio, ma in linea generale tutto è andato bene. I ragazzi sono molto gentili, simpatici e ospitali, come le famiglie. Abbiamo passato dei bellissimi momenti insieme, legando molto. È stata un’esperienza fantastica, che ci ha fatto crescere culturalmente, per quanto riguarda la lingua inglese, ma abbiamo soprattutto maturato una crescita personale. Un’esperienza fantastica e assolutamente da ripetere!

 

 

 

Bianchi Eleonora,Faraci Lucrezia,Vella Flavia,Saverino Damiana,De Marco Alice,Mancuso Sofia

 

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=113057

Scritto da su mag 3 2019. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, CRONACA, CULTURA, EVENTI, IN EVIDENZA. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

© 2019 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes