Home » ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA, PRIMO PIANO » Agrigento.Amministrative 2020,il ritorno dell’uomo dei record,Aldo Piazza rompe gli indugi e lancia la sua proposta,si sani 12 anni di vulnus politico-amministrativo,il popolo è più avanti dei soliti accordicchi di basso livello. 

Agrigento.Amministrative 2020,il ritorno dell’uomo dei record,Aldo Piazza rompe gli indugi e lancia la sua proposta,si sani 12 anni di vulnus politico-amministrativo,il popolo è più avanti dei soliti accordicchi di basso livello. 

Piazza-Aldo-300x240

Dal rieccolo,a volte ritornano,all’ io ci sono,gli agrigentini si apprestano a riaccogliere un cavallo di razza,anzi definito dai più il vero Pegaso della Valle dei Templi,un uomo,un politico,che non ha bisogno certo di presentazione o di soffietti,lui è Aldo Piazza,semplicemente l’uomo dei record,il Sindaco eletto nel 2001 con 25.654 voti,il 76% che ha segnato ancora oggi il record assoluto per una città capoluogo.

Perché questa premessa che vede Aldo Piazza,l’uomo dalle mille risorse,ritornare in campo per sbaragliare la concorrenza alle prossime amministrative?

Perché come dice lui stesso,negli ultimi 12 anni di attività politico-amministrativa,la città di Agrigento è scivolata in un pantano e né i 7 anni di Zambuto,né il lustro di Firetto al netto di tutto hanno lasciato traccia,anzi città allo sbando,giovani agrigentini che emigrano e un tasso di neet che sfiora il 38%.

Adesso si deve ripartire,continua un pimpantissimo Piazza.12 anni di fallimento amministrativo sono troppi e non vedo alcuna novità,anzi le solite manfrine e i parolai del nulla fare panegirici e proclami autoreferenziali che sono prettamente melliflui e allontanano i cittadini dalle Istituzioni.

Agrigento è diventata da città moderata,impiegatizia con potenzialità,a una città depressa e incartata su se stessa,terzomondista, con tanti segnaposti che distruggono quotidianamente le aspirazioni legittime di chi vuole scommettersi,di chi vuole dire basta ad oligarchie e pretoriani che sono la faccia più retriva e iniqua della comunità.

Piazza che abbiamo sentito telefonicamente continua:” è chiaro non mi farò imbrigliare dai Giani Bifronti e dai mestieranti e giocolieri della politica nel senso più becero del termine,coloro i quali hanno distrutto il tessuto sociale ed economico che in città è fragilissimo,sono un uomo politico che ha le carte e i conti per dare quella scossa da 220 volt che il popolo rivendica e declama da tempo.Strade urbane,verde pubblico da ricostruzione post-terremoto.

Sto riannodando le fila e sto mettendo in campo la mia esperienza,il mio know-how e la rete sociale e politica che mi ha sempre riconosciuto il merito di essere Istituzione prima di ogni cosa.

Voglio continuare a proseguire quel percorso politico-amministrativo che aveva portato la città ad essere competitiva e ospitale con risultati eccezionali.

La creazione del Suap,dello sportello europa,del progetti integrati territoriali,il Pit 34,il protocollo informatico,le giornate ecologiche,il Prg e il piano particolareggiato non sono solo acronimi,la storica firma del 2004 con la contrattualizzazione di 220 precari comunali,passati a tempo determinato,in tutto ciò c’è l’essenza di un’amministrazione e di una politica che mette al centro lo sviluppo della città.

Vedere sempre amministratori che esternano spesso e volentieri,solo cahiers de doleances e non sanno portare a termine progetti o attirare investitori internazionali,vuol dire che abbiamo raggiunto il punto più basso del sottosviluppo.

Oggi c’è bisogno più che propaganda e storytelling di pessimo gusto,governare con i quarantenni validi che ci sono e vanno tutelati,protetti e valorizzati.

Il mio progetto lo dico subito a scanso di equivoci, è pronto, viaggia nel solco dell’area di centro-destra e sto completando la squadra,supporteranno la mia candidatura,uomini e donne di qualità e annuncio che già è più di un working in progress,due liste sono quasi pronte e hanno lo scopo precipuo di ridare fiducia ai cittadini e di cancellare definitivamente la mala politica dalla città di Agrigento,che va cacciata pesantemente con il corollario di fatuità e inefficienze.

Basta con l’Egoarca e con politici double face,abbiamo bisogno di amministratori veri e figli di questa terra che sanno gestire la cosa pubblica e che abbiano la libertà di agire e di incidere nell’interesse del cittadino,ecco perché l’uomo dei record in primavera è pronto a governare il palazzo di città non solo all’interno ma anche all’esterno,togliendo finalmente questa cortina di ferro che ha mortificato nelle viscere le aspettative degli agrigentini.

Short URL: http://www.sicilialive24.it/?p=117598

Scritto da su ott 10 2019. Archiviato come ARCHIVIO ARTICOLI, POLITICA, PRIMO PIANO. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Salta e vai alla fine per lasciare una risposta. Pinging non è attualmente consentito

Lascia un commento

Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

© 2019 SiciliaLive24.it. All Rights Reserved. Accedi

- Designed by Gabfire Themes